l’artista Sandro Greco

Sandro Greco

Qui in foto Sandro Greco con Gillo Dorfles

è uno dei più fantasiosi e inventivi artisti degli ultimi tre decenni. Alla base della sua ricerca c’è una concezione totalizzante dell’arte, la quale deve liberarci dai condizionamenti e dalle convenzioni della vita quotidiana, sviluppando la sensibilità e l’immaginazione per rendere più fruibile umanamente la realtà. Non a caso nei suoi scritti appare così spesso il motivo del “gioco”, che, proprio come l’arte, permette all’uomo di sentirsi veramente libero e creativo e di restare sempre bambino, il che, secondo Greco, rappresenta un “grandissimo dono”. Questo spiega l’incessante sperimentazione da parte dell’artista, delle tecniche e dei materiali più disparati, in una sorta di ricostruzione “ludica” dell’universo, per parafrasare il titolo del famoso manifesto futurista di Balla e Depero del 1915. 

Antonio Lucio Giannone

 

 

Elenco di alcuni che si sono interessati all’arte di Sandro Greco

Umbro Apollonio, Vittorio Balsebre, Renato Barilli, Achille Bonito Oliva, Toti Carpentieri, Nicola Cesari, Arrigo Colombo, Giorgio Cortenova, Anna D’Elia, Gillo Dorfles, Filippo Franco Favale, Lucio Galante, Lucio Giannone, Massimo Guastella, Gianni Iacovelli, Ilderosa Laudisa, Pietro Marino, Michele Perfetti, Marina Pizzarelli, Adriano Spatola, Salvatore Spedicato, Tommaso Trini, Donato Valli.
Sono state realizzate alcune Tesi di Laurea su Sandro Greco, l’ultima in “Storia dell’arte contemporanea”, anno accademico 2005-2006, laureanda : Carmina Goduto.

SONO UN ARTIGIANO DELL’ARTE

Sandro Greco

La moda nell’arte, come in tanti altri campi, è inevitabile, ma è dannoso cercare di essere alla moda a tutti i costi. Il desiderio di essere all’avanguardia non ha niente a che fare con le cose che un artista dovrebbe cercare di fare. Da tempo non amo più l’avanguardia artistica, perché essendo stata mercificata, ha perduto la sua originalità, il suo estro, il suo significato e quindi è diventata spettacolo, arredamento. È una avanguardia artificiale e come tale non ha più anima. Invece amo sempre più l’arte, come l’amano e la hanno amata gli artisti puri, piccoli o grandi (non ha importanza), e questo mi permette di realizzare un rapporto biunivoco con il mondo circostante attraverso l’esperienza dei dati di fatto sviluppati dalla mia immaginazione. Ebbene in questo mondo io trovo “il mio mondo” che è quello di scoprire relazioni, ordine, armonia e che mi consente di vedere questo benedetto mondo come un sistema eterogeneo nel quale con il proprio “io”, devo cercare di adattarmi e di far adattare le cose a me stesso senza fare il moralista o il pedante ma con un puro e semplice entusiasmo e con una immensa gioia di vivere sapendo di recitare sul nostro pianeta una piccolissima parte evanescente.
Nella storia dell’arte contemporanea gli artisti Alexander Calder, Marc Chagall, Fausto Melotti, Joan Mirò e Pablo Picasso sono stati, secondo me, i più autentici ed espliciti e poiché li stimo sopra tutti gli altri, pur continuando nel mio libero gioco, cerco di seguire, con molta umiltà, le loro orme, consapevole (come scrissi nel 1980) che solo il gioco dell’artista e il gioco del bambino possono nascere e morire, costruire e distruggere con innocenza.
Mi gratifica molto seguire le loro orme, perché tutte le loro opere denotano una estrema affermazione di libertà creativa, libertà della invenzione, libertà della fantasia, perché come loro mi sento vecchio bambino, perché come loro mi sento un artigiano dell’arte che cerca di fare bene le cose che fa.
Sandro Greco, giugno 1993

CURRICULUM DI SANDRO GRECO                                                                              

Nasce a S. Pietro Vernotico (Br) il 14 gennaio 1928.  Vive ancora e non ha, per il momento, alcuna intenzione di morire.
Inizia a dipingere da autodidatta nel 1948 e allestisce la prima mostra personale nel 1953;
il tema preferito è il Circo. Nel 1955 fa il clown nel Circo Continental e conserva ancora oggi memoria di questa esperienza come di “un’avventura stupenda”.
Consegue la Laurea a Bari in Farmacia nel 1956 e l’abilitazione all’insegnamento della chimica a Roma nel 1962.
Esercita la professione di farmacista e lavora come Collaboratore Scientifico.
Fino al 1961 collabora come corrispondente con “Il Messaggero di Roma”, con la “Gazzetta del Mezzogiorno” di Bari, con il “Meridionale” di Brindisi, con la rivista culturale “Selva” di Torino.
Dal 1963 al 1993 insegna Chimica negli Istituti Tecnici. Dal 1963 lo studio della fisica della particelle e della termodinamica contribuisce a far cambiare indirizzo all’esperienza artistica.
Nel 1965 crea le sue prime ceramiche e fino al 1967 produce acquerelli e dipinti ad olio, ispirandosi a Van Gogh, Mirò, Vlamink, Corot e  Zandomeneghi.
Nel 1967, con la mostra “Arte e Scienza” diventa uno dei protagonisti della avanguardia pugliese.
Dal 1968 si dedica alla Land-Art con i fiori di carta ed altre opere; dal 1969 ad oggi molta della sua attività artistica si basa sull’ECOLOGIA.
Ha fondato, negli anni settanta con T. Carpentieri e C. Lorenzo, il Centro di Ricerche Estetiche a Novoli (Le) ed ha organizzato, assieme a C. Lorenzo, un “Seminario Estetico” presso l’Università del Salento di Lecce.
Ha costituito una Galleria d’Arte a Brindisi, un’Associazione Culturale “Moventi” a Lecce e una Bottega d’Arte a Lecce “Il gioco e l’arte”.
Dal 1985 in poi, abbandona le avanguardie artistiche per proseguire il suo personale percorso creativo, producendo tappeti ed arazzi annodati interamente a mano, a punto Smirne (Tapparazzi), “maschere in cartapesta, gioielli in oro, in argento, in ottone, piatti in cartapesta, libri di carta, di stoffa, di alluminio, di plexiglas, di legno, scacchiere, scatole di legno contenenti le cose e i pensieri più interessanti, cartoline di legno, sculture.
Dal 1999 al 2009 si dedica, fra l’altro, alla ceramica, producendo “quasi mille pezzi fra trozzelle, piatti, vasi, figure (realizzate a mano lavorando la terraglia) incidendo e ingobbiando quando l’argilla è ancora molle”.
Attualmente realizza lavori in feltro, opere pittoriche realizzate con l’ “i-pad”, mosaici (dipinti particolari), proseguendo, con coerenza e senza interruzioni la sua poliedrica ed originale attività creativa.

ALCUNE SUE OPERE SONO PRESENTI:

Università del Salento, Lecce
Monastero degli Olivetano
Museo Provinciale “Sigismondo Castromediano” Lecce
Molte collezioni private

LA DOCUMENTAZIONE DELLA SUA ATTIVITA’ SI TROVA:

Archivio storico della Biennale di Venezia
Archivio storico iconografico, Galleria d’Arte Moderna-Roma
Archivio per l’arte italiana del ‘900, via Giusti, Firenze
Clemente Padin, Casilla 2454, La Cruz, Montevideo Uruguay
Amelia Etlinger, 44 Barney Road, New York 12065, USA

PRINCIPALI MOSTRE, INTERVENTI E MANIFESTAZIONI:

1953: Circolo Cittadino S. Pietro Vernotico, Brindisi I° personale.
1954 – 1963 – 1964 – 1966 – 1967 – 1968 Personali a Brindisi, Selva di Fasano, S. Cesarea Terme, Nardò, Castro, Lecce, Galatina, Crotone.
1968: Sculture viventi all’aperto. ECOLOGIA e ARTE: fiori di carta sulla sabbia, sulla roccia, sull’asfalto, sulla terra bruciata, sugli alberi secchi, sui rifiuti, sui rifiuti industriali, sulla neve, sulla luna.
1970: 1- Distribuzione di fiori ai passanti distratti, Via Condotti, Roma. 2- Arte povera: metallo grammi 455 – Galleria P. Ferraro-Novoli, Lecce. 3- Happening: Colombe bianche, piazza S. Oronzo, Lecce. 4- Tele bianche per interventi, Massafra Taranto. 5- Tele bianche per interventi, Terrazza Spatola, Roma.
1971: 1- Land-Art MPVU, Galerie Brno, Cecoslovacchia. 2- Chromatic and Sensitive books, Galleria Mediterraneam, Brindisi. 3-Collettiva di Conceptual-Art internazionale, Università del Salento, Lecce. 4- Remains-Land, distribuzione di aria, acqua e terra non inquinate, Taranto. 5-Space Pack, Collage of Art & Crafts, Oakland, California, USA. 6- Sistemi-Vita, mercato ortofrutticolo di Brindisi. 7- Land-Art, Galleria “Pictogramma”, Roma. 8- Strisce di carta sui rifiuti, Brindisi. 9- Fiori di carta sull’asfalto, strada Squinzano-Lecce. 10- Lancio di aquiloni (Spiaggia di Porto Cesareo, Lecce). 11- Lancio di colombe bianche (Piazza S. Oronzo, Lecce. 12- Installazione di strisce di carta in Piazza S. Marco a Venezia. 13- Distribuzione a Taranto, assieme a C. Lorenzo, di boccette sigillate ed etichettate di: aria non inquinata, acqua di mare non inquinata e di terreno agrario purissimo.
1972: 1- Funeral for all the letters, Country Clerk, Vancouver, Canada. 2- Latte sull’asfalto, Brindisi. 3- Strisce di carta sui rifiuti industriali, strada Fasano-Bari. 4- Rapporti prossemici, piazza S: Marco, Venezia. 5- Fiori di carta sulla roccia, porto Cesareo, Lecce. 6- Exposicion exhaustiva de la nueva poesia, Montevide, Uruguay. 7- Exposicion exhaustiva de la nueva poesia, Museo Nacional de bellas artes de Santiago de Chile. 8- Art Systems II a cura di Jorge Giusberg, Cayc Buenos Aires, Argentina. 9- Inter-Etrenes a cura di Pierre Restany, Galerie Lara Vincy, Parigi.
1973: 1- Fiori di carta sulla terra bruciata, Porto Cesareo, Lecce. 2- Land-Art e Conceptual-Art, Galleria “Centro 6” Bari. 3- Tracce di operatori in Puglia, Pinacoteca Provinciale, Bari. 4- Fiori di carta –Chromatic and sensitive book, Galleria 2000, Bologna. 5- Première exposition internationale de travaux expèrimentaux, Centre National d’Art Dramatique, Nizza, Francia. 6- Cartoline dal mondo, Centro Tool, Milano. 7- Omaha Flow Systems, Joslyn Museum, Omaha, Nebraska, USA. 8- Bodies, centro Tool, Milano. 9- Moments, Centro Tool, Milano, Xerox, Gallerija Studentskog Centra Zagabria, Jugoslavia. 10- French Window a cura di Ida Biard, Parigi. 11- Tema y varianciones a cura di C. Padin, Galeria U, Montevideo-Uruguay.
1974: 1- Informazioni estetiche, Istogrammi Centro Studi, Lecce. 2- Le tele, Informazioni estetiche, Galleria Pascali, Polignano a Mare, Bari. 3- Festival de la Postal Creativa, Galleria “U-Montevideo” Uruguay.
1975: 1- I° Rassegna Internazionale d’Arte Contemporanea, S. Vito dei Normanni, Brindisi. 2-Land-Art Conceptual-Art, Abbazia S. Maria a Cerrate, Lecce. 3- Libro di metallo e libri di legno, Casina Municipale, Selva di Fasano, Brindisi. 4- Istogrammi, Centro de arte y comunication, Buenos Aires, Argentina. 5- Il fiore nell’arte, Galleria “Pascali”, Premio Cynar, Polignano a Mare, Bari.
1976: 1- The Seventies, Circulating Exbition CAYC, Buenos Aires, Argentina. 2- Conceptual-Art, Museum of Modern Art, San Paulo Brasile. 3- Partita a scacchi con Beuys, Galleria “2000 “ Expo Arte, Bari. 4-Toward a Language of the Action, a cura di C. Padin, Montevideo, Uruguay. 5- Art in the mail, Manawatu art Gallery, New Zeland. 6- Kandisky, Klee, Duchamp, Beyus, Greco, (Verifica 76) Galleria “Caiulo”, Lecce. 7- Invarianze dello Spazio -Ente Turismo- S. Cesarea Terme, Lecce.
1977: 1-Univeridad de Costa-Rica Facultad de Bellas Artes. 2- Expo Arte Bari. 3- Post Art-Card, Galleria “R. Mutt”, California Drought Northridgel, USA. 4- Exibition to Archive of Experimental Art, Lund –Svevia. 5-Linguaggio e significato dei colori, Libreria Viva, Galatina, Lecce. 6- Le tele bianche, Galleria “Il Sedile” Lecce.
1978: 1- Oggetti estetici, Galleria “Osanna”, Nardò, Lecce. 2- Sandro Greco dal 1948 al 1978, Circolo Cittadino, S Pietro Vernotico, Brindisi. 3- Sanguine Suite XVI5625 Lankerscin, Holliwood Ca – USA.
1979: 1- Sandro Greco dal 1948 al 1978, Galleria “Ente Capece”, Maglie-Lecce. 2- “Caro Beuys”, Rassegna di artisti salentini “ Sedile”, Lecce. 3- Uno per sei, Galleria “Ente Capece”, Maglie, Lecce.
1980: Documenti n. 1, Complesso monumentale S. M. a Cerrate Lecce. 2- Documenti n° 2, Complesso monumentale S. M. a Cerrate, Lecce. 3- Omaggio all’arte d’avanguardia in agonia, Cimitero a Parco, Dortmund-Germania. 4- Performance: ispirata al ciclo della vita e della morte. Libreria Adriatica, Lecce.
1981: 1- Performance: piantagione di fiori di carta nel feudo di Ostuni, TV rete 3 a cura di F. C. Crispolti. 2- Caro Deuys, rassegna di artisti salentini, Galleria “Sedile”, Lecce. 3- L’uso della scrittura, LPN Novoli, Lecce. 4- La scienza e l’arte, Galleria “Sedile” Lecce.
1982: 1- Foulards, Galleria “Sedile”, Lecce. 2- Fiori di carta con… per un Clown, Galleria “Lisi”, Lecce. 3- La polisemia dell’arte + fiori di carta, “Circolo degli Amici” Matino, Lecce. 4- Sculture in ferro, rete metallica, cotone e stoffa, Galleria “Sedile”, Lecce
1983: 1- Il Gioco e l’Arte, Galleria “Lisi”, Lecce. 2- Il filo dell’acqua, Castello Angioino, Gallipoli, Lecce. 3- Per un altro territorio, Castellaneta Marina, Taranto. 4- Mini antologica, Abbazia S. M. a Cerrate , Lecce. 5- Per un altro territorio, Associazione Culturale l’Accento, Manduria, Taranto. 6- Natale in Via Berardi, Taranto.
1984: 1- I tapp-arazzi, Biblioteca Provinciale, Lecce. 2- Invito al circo, Expo-Arte, Bari. 3- L’amica e l’aquilone…Dadà, Lecce.
1985: I Tappeti Federfarma, Brindisi.
1986: 3° Premio Castromediano, Lecce; 2- Biblioteca Comunale Presicce, Lecce; 3- Biblioteca Comunale Salice, Lecce.
1987: 1- Galleria del “Piccolo Museo”, Lecce; 2- Circolo Professionisti di Novoli, Lecce; 3- Circolo “A. Scacchi” Gravina di Puglia, Bari.
1988: 1- Il clown del Circo Continental, Libreria Rinascita, Lecce. 2- Galleria “Pino Pascali”, Polignano a Mare, Bari. 3- Expo Arte, Bari.
1990: 1- Galleria “Pino Pascali”, Polignano a Mare, Bari. 2- Castello Carlo V, Lecce.
1991: 1- Galleria “Pino Pascali”, Polignano a Mare, Bari. 2- Arianna Centrosei Arte, Bari.
1992: 1- Museo Civico Palazzo Marulli, San Cesario di Lecce. 2- Paul Eluard- Sandro Greco : “La libertà”, Museo Civico, Conversano, Bari. 3- Partita a scacchi tra l’entropia e l’informazione. Galleria “Pino Pascali” Polignano a Mare, Bari. 4- Tappeti di pietra, Museo delle tradizioni popolari S. M. a Cerrate, Lecce.
1993: 1- L’arte nell’ambiente a cura di Massimo Guastella, Brindisi. 2- Ambient Art ’93 a cura di Antonio Basile, Martina Franca, Taranto. 3- Arazzi, Galleria “Pino Pascali”, Polignano a Mare, Bari. 4- Il teorema di Pappo, Palazzo D’Elia, Casarano, Lecce.
1994: 1- Farfalle in carta pesta Galleria “Pino Pascali”, Polignano a Mare, Bari. 2- Frammenti, Saarbrucken, Germania; 3- Arazzi, Museo S. M. a Cerrate, Lecce.
1995: 1- Ceramiche, Museo S. M. a Cerrate, Lecce. 2- Farfalle in carta pesta, Castello Carlo V, Lecce. 3- Fiori di carta, Galleria Telamone, Lecce. 4- Farfalle in carta pesta, Galleria Telamone, Lecce. 5- Libri d’arte e Tapparazzi- Galleria Telamone, Lecce.
1998: Art & Maggio, Bari.
1999: 1- Art & Maggio, Bari. 2- Antologica, Fondazione Memmo, Lecce.
2003: 1- Fiori di carta con le ali, Bottega “Il gioco e l’arte”, Lecce. 2- Le 10 Tavole di Sandro Greco, Bottega “Il gioco e l’arte”, Lecce.
2004: 1- Il tre dei sette di Sandro Greco, Bottega “Il gioco e l’arte”, Lecce. 2- Casa delle farfalle Installazione permanente (2004/2011) di 500 farfalle, Via Umberto I°, 17 Lecce.
2005: Viale di farfalle Installazione Associazione Cult. “Moventi”, Lecce.
2006: “Omaggio a Isabel…” Associazione Cult. “Moventi”, Lecce.
2007: “L’Edicola” di Sandro Greco, Associazione Cult. “Moventi”, Lecce.
2008: Antologica, Museo Provinciale S. Castromediano, Lecce.
2010: 1- Collettiva, Galleria RED 03, Barcellona, Spagna. 2- Miniantologica con installazione di farfalle + frattali, Castello Carlo V, Lecce.
2011: 1- “La scelta del presente”, Galleria “Monopoli”, Milano. 2- “Mosaici con reticelle”, Castello Carlo V, Lecce. 3- Biennale di Venezia. 4- “Il gioco creativo con la natura e con l’ambiente”, antologica a cura di “Italia Nostra”, Parabita, Lecce.

POESIE, SCRITTI E PUBBLICAZIONI DELL’ ARTISTA

1956: ll circo equestre fa ancora parte del costume meridionale. / Piaga del giorno questi rumori. / 1957: Plasma, il quarto stato della materia. / 1967: “Arte e Scienza” Introduzione della mostra omonima./ 1968: Poesia “Rompere l’inevitabile entropia del sistema”. / 1970: La tela bianca. / 1971: Siamo alla fine dell’arte? / 1971: Remains-Land, poi in Geiger 4,Torino. / 1971: Sandro Greco, Ecologia. / 1971: Sistemi-Vita, poi in Gramma, Lecce. / 1971: Artistica proposta di legge . / 1971: Poesia, Saper sorridere. / 1971-72: “Entropia, probabilità, informazione estetica” Università del Salento di Lecce. Seminario di avanguardia artistica. / 1972: Un problema scottante: l’inquinamento, in “Il farmacista”. /1972: Interventi in Contacts, a cura di W. Vazan, Canada. / 1972: Farmaci concettuali. / 1972: Testamento olografo. /1973: Domande, domande, domande. / 1973: Informazione  Arte. / 1974: E’ utile ricordare che…I° Ed. / 1974: L’Ecologia e l’Arte. / 1975: La Scienza e l’Arte. / 1977: Il tempo, i pensieri e i ricordi. / 1978: Forme simboliche. / 1978: Il tempo e lo spazio. / 1979: Informazioni estetiche “ tutto è energia, tutto è materia, tutto è arte”. / 1979: Il tempo “ tutti invecchiamo nella stessa direzione”. / 1979: Spazio e tempo. / 1980: Informazione semantica, informazione estetica. / 1980: L’avanguardia artistica come moda. / 1980: L’arte è tutto e niente. / 1980: Bernar Venet e la Conceptual-Art. / 1990: Il gioco e l’arte. / 1992: La luce. / 1992: Entropia, Informazione. / 1993: Sono un artigiano dell’arte. / 1993: Partita a scacchi della luce che gioca con sè stessa./ 1997 Libertà: Paul Eluard- Sandro Greco. / 1997: L’ Arte è… / 1999: Dialogo tra un artista, una farfalla e una testuggine . /1999: Maschere allo specchio. / 2004: Il 3 de 7. / 2004: Le 10 tavole e i 10 comandamenti artistici di Sandro Greco. /2004: L’Informazione estetica e l’arte. / 2004: La mia bottega, “L’arte e il gioco”. / 2006: Omaggio a Isabel assistente di Herr Plank, domatore di farfalle. / 2006: E’ utile ricordare che…- 2° edizione- / 2008: Nel corso delle mie mostre sulle farfalle dal 1992 ad oggi.

STAMPA:

-Franco Inglese, in catalogo: “A Sandro Greco” S. Pietro Vernotico Brindisi, 20/31-12-1953
-Leopoldo Milazzo: “Città di Brindisi” Gazzetta del Mezzogiorno Brindisi, 9/17-10- 1954
-Leopoldo Milazzo: “Casale di campagna”, Gazzetta del Mezzogiorno, 9-10-1954
-Sandro Greco, corrispondente della Gazzetta del Mezzogiorno:” Tre giovani pittori…” 9-10-1954
-Ernesto Bitonte “Appuntamento con L’arte”, quotidiano Roma, 14-7-1955
-Sandro Greco, corrispondente del Messaggero di Roma “Luisa” suo dipinto 19-1-1956
-Sandro Greco, corrispondente “ Il Meridionale”: Piaga del giorno questi rumori 11-81956
-Sandro Greco, corrispondente “Il Meridionale del Mezzogiorno”: Il circo equestre fa ancora parte del costume meridionale e foto della sua opera pittorica “ Saltimbanchi”
-Sandro greco, corrispondente del “Messaggero di Roma” foto di un suo dipinto: La via del mio sogno, 17-11-1957
-Periodico mensile di Arte e Cultura, Torino, diretto da Marco Crespo, N. 1, foto dell’opera di Sandro Greco: L’ubriaco, pag. 21, gennaio 1958
-Periodico mensile di Arte e Cultura, Torino, diretto da Marco Crespi, N. 3, traduzione dal tedesco di Sandro Greco della poesia di Heinrich Heine: Die Lotosblume, pag. 25-marzo 1958
-Sandro Greco , corrispondente del “Messaggero di Roma” foto di un suo dipinto: Ritratto di donna, 29 agosto 1958
-Sandro Greco, corrispondente del “Messaggero di Roma”, Artisti Pugliesi: Brindisi vista da S. Greco, 13 novembre 1960 -Sandro Greco in “Il Messaggero di Roma”: Solitudine, Roma, 7 marzo 1961
-Sandro Greco in “Il Messaggero di Roma”: Il Pagliaccio rosa, Roma 19 maggio 1961
-Carlo Patrizi : Successo alla Maccagnani di Lecce del pittore Salentino S. Greco, “Momento Sera-Roma”, 26-3-1964
-Don Vincenzo Nuzzone: Sandro Greco alla Maccagnani, “Il Resto del Carlino”, marzo 1964 -G.F.S: S. Greco alla Maccagnani di Lecce, “Quotidiano di Roma” 31 marzo 1964
-Carlo Patrizi: Personale di Greco – Brindisi- “Il Gazzettino di Puglia” 7-6-1967
-Alessandra Bonelli: Arte situazionale, pag. 13, “Il Polso- Milano” 30 giugno 1970 -Toti Carpentieri: “Land-art” difficile, “Il Tempo- Roma” 19 agosto 1970
-Cesare De Carlo: Due operatori d’arte…”La Tribuna del Salento” 24 aprile 1970
-Cesare De Carlo: Una grande serata di arte moderna “Il Tempo-Roma” 25 aprile 1970
-Salvatore Spedicato, Arte e poesia contemporanea, “Voce del Sud” 25 aprile 1970
-Pietro Marino: Distribuite boccette con aria non inquinata, “ La Gazzetta del Mezzogiorno” 1-2-71
-Sandro Greco, Un problema scottante: l’inquinamento, “Il Farmacista, Roma” aprile 1972
-Vittorio Balsebre: Arte e realtà, sul “Seminario Estetico” presso l’Università del Salento 15 marzo 1972
-Giorgio Cortenova : Greco e Lorenzo, Galleria 2000-Bologna- “Giornale d’Italia” 28/29 marzo 1973
-Arrigo Grazia: Duemila “L’Unità” 6 aprile 1973
-Vittorio Balsebre: Appunti per uno studio su S. Greco e C. Lorenzo “L’Ora del Salento” 10 luglio 1974
-Foto e articolo: Personale di S. Greco a Polignano “Gazzetta del Mezzogiorno” 29 agosto 1974
-S. Spedicato: Greco, Caputo, Suppressa “Voce del Sud” 8 giugno 1974
-P. Marino: I “Santi medici” dell’avanguardia pugliese, “La Gazzetta del Mezzogiorno” 31 agosto 1974
-G. Iacovelli: Sandro Greco, “Tribuna del Salento” pag. 86 , 21 maggio 1976 -G. Iacovelli: Esiste l’arte?, “GHEN”, 28-2-1977
-Ispirato al ciclo della vita e della morte: Performance, “Gazzetta del Mezzogiorno” 15-12-1977
-Toti Carpentieri: Considerazioni necessarie “La Tribuna del Salento” 7 luglio 1977
-Sandro Greco alla Galleria L’Osanna di Nardò “Gazzetta del Mezzogiorno” 27 gennaio 1978
-G. Iacovelli: L’oggetto estetico “La Gazzetta del Mezzogiorno” 27 gennaio 1978
-Nicola Cesari: Gli oggetti estetici di Sandro Greco “Realtà Salentina”, 31 gennaio 1978
-G. Iacovelli: Sandro Greco “GHEN”, 17 giugno 1978
-Nicola Cesari: Uno per sei “Realtà Salentina”28 febbraio 1979
-G. Iacovelli: Cimitero a parco (Dortmund), “Quotidiano” 2/3 novembre 1980 -Vittorio Balsebre: Caro Beuys…,”L’Ora Del Salento” 11-4-1981
-Vittorio Balsebre: Caro Beuys… “Corriere Nuovo” 15-4.1981
-Anna D’Elia: La natura in scatola…”La Gazzetta del Mezzogiorno” 15 agosto 1980
-Toti Carpentieri: Sandro Greco al Sedile, Lecce “Quotidiano 17 maggio 1981
-Anna D’Elia: Formule corrette “Gazzetta del Mezzogiorno” 20-5-1981 -Pietro Liaci: L’Ecologia estetica di Sandro Greco “Nuovo Salento” 10-6-1981
-Toti Carpentieri: Arnesano e Greco, galleria “il Sedile”, Lecce “Quotidiano “ 19-4-81
-Toti Carpentieri: Museo S. Maria a Cerrate-Provincia-Le- “Quotidiano” 24 agosto 1983
-G. Iacovelli: Segni e simboli nella visione pittorica di S. Greco “Il Corriere Nuovo” 8-6-83 -Anna D’Elia: Il gioco di Greco, “La Gazzetta del Mezzogiorno” 6 maggio 1983
-Toti Carpentieri: Sandro Greco, Galleria Lisi “Quotidiano” 4 maggio 1983
-Toti Carpentieri: Il filo dell’acqua “Quotidiano” 10 agosto 1983
-Anna D’Elia: L’arte? Una spremuta di consonanti e di vocali, “La Gazzetta del Mez:”25-8-83
-Toti Carpentieri: S. Greco alla Biblioteca Provinciale di Lecce “Quotidiano” 1-3-1984
-Pietro Liaci: S. Greco, homo ludens, “L’immaginazione” 25 marzo 1984
-Anna D’Elia: Un clown per Greco “La Gazzetta del Mezzogiorno” 25-2 1984
-Marina Pizzarelli: S. Greco: i pensieri a colori “Quotidiano” 1-12-1984
-Marina Pizzarelli: Lui gioca ancora, “Quotidiano” 2-3-84
-Arrigo Colombo: Gli arazzi di S. Greco: lavoro, gioco, poesia, “Quotidiano” dicembre 86
-Anna D’Elia: Una poltrona come… Piccolo Museo “ La Gazzetta del Mezzogiorno” 6-5-87
-Gli Arazzi di Sandro Greco “La Gazzetta del Mezzogiorno” 7-1-87
-Anna D’Elia: I magnifici dieci “La Gazzetta del Mezzogiorno” 30-5-87
-A. Colombo: I disegni di S. Greco, “L’Incantiere” marzo 8
-Anna D’Elia: Fiori di carta per un clown “La Gazzetta del Mezzogiorno” 4-8-89
-Anna D’Elia: Un tandem ecologico “La Gazzetta del Mezzogiorno” 20-12-90
-Mostra di Sandro Greco al Castello Carlo V di Lecce” La Gazzetta del Mezzogiorno 20-12-90
-Alessandra Orlando: La voglia di provare, Castello Carlo V ,Le “Quotidiano” 22-12-90 -M. Benedetti: Ricco carnet estivo
-Polignano “L’Informatore” Luglio1992 -S. Greco alla Galleria Pino Pascali –Polignano- “La Gazzetta del Mezzogiorno” 15-8-1991
-Massimo Guastella: Nostra Signora Natura, “Quotidiano” 31-5-1992
-Guida Piccolo: Il gioco e l’arte in Sandro Greco, “Opinioni I.T.C. G. Leopardi-Le”, pag. 29/30-1992
-Anna D’Elia: Fiori di carta sulla spiaggia con tappeti “La Gazzetta del Mezzogiorno” 28-5-1992
-Lucio Galante: Le tappe della storia –In catalogo- Museo d’Arte S. Cesario di Lecce, maggio 1992
-Massimo Guastella: L’arte obliqua parte dal Salento… “Quotidiano 25-11-93 -Arrigo Colombo: Arazzi e Ceramiche
–In catalogo- Museo S. Maria a Cerrate Provincia-Le- 12-12-1994
-Paolo Vetrugno: Alla scoperta della libertà con le farfalle di S. Greco “L’ora del Salento” 20-5-1995
-Gino L. Di Mitri: Alchimie Comunicative, p.p.41-43 “Mensile di Culture Titì Villus n. 19 -1994
-Massimo Guastella: Sulle ali della libertà “Quotidiano” 26-4-1995
-Gino L. Di Mitri: Il gioco e l’arte lungo le strade di S. Greco “La Gazzetta del Mezzogiorno” Fondazione Memmo – Le- 6-9-1999
-L’artista che dialoga con le farfalle -Fondazione Memmo “Lecce Sera” 29-9-1999
-Farfalle di cartapesta e arazzi-Il fantastico mondo di Greco- Fondazione Memmo- “Quotidiano” 7 ottobre 1999
-Massimo Guastella: Sandro Greco e l’arte come gioco: dai dipinti ai tapp-arazzi “ Quotidiano” 22-9-99
-Presentato il volume del pittore Sandro Greco “Quotidiano” 2-10-1999
-Antonio Lucio Giannone: La ricostruzione ludica dell’universo, p.p.161-168 da “Apulia” marzo 2000

 

CALENDARIO 2018 – “Omaggio a Sandro Greco”
Fai tuo questo prezioso calendario artistico e poetico per colorare ogni mese il tuo 2018 di nuove emozioni.

Progetto grafico : Giovanni Greco – www.BelSalento.com – cell 373 7244103
Organizzazione e Ideazione : Rita Greco Scalinci e Maria Daniela Greco

Foto : Carlo Arnesano
Salice Salentino (Le) Agosto 2017

Fai tuo questo prezioso calendario artistico e poetico per colorare ogni mese il tuo 2018 di nuove emozioni. Ordinalo ora, contatta l’autore o manda una mail a : SANDRO GRECO / IL GIOCO E L’ARTE
ilgiocoelarte@libero.it

Potete fare un ordine per CONTRASSEGNO POSTALE.
Mandateci il vostro indirizzo e vi spediremo il calendario tramite CONTRASSEGNO POSTALE. Farete il vostro ordine al seguente c.c.p. N. 22522718 intestato a Rita Scalinci,
Salice Salentino, Lecce, via Vittorio Emanuele II, num 86 – cap 73015
Tel: 0832 731019
Cel: 347 3595074 – 373 7244103
Mail:
ilgiocoelarte@libero.it

CALENDARIO 2018 – Omaggio a Sandro Greco

Anche in http://belsalento.altervista.org/calendario-2018-omaggio-a-sandro-greco/